LIBRIBELLI

Il Saggiatore

L’editore che vi proponiamo si chiama Il Saggiatore, in omaggio all’opera di Galileo Galilei.
Il Saggiatore fu fondato nel 1958 oltre che da Alberto Mondadori, anche da un folto gruppo di intellettuali che ruotava intorno a Enzo Paci. Così Mondadori scrive a Jean-Paul Sartre, il 26 marzo dello stesso anno: «Col prossimo mese di aprile nascerà una nuova casa editrice … e che avrà come suo principale impegno quello di diffondere libri di grande importanza nella storia della cultura, delle arti, delle dottrine e del costume». L’obiettivo è di «sprovincializzare e laicizzare la cultura italiana». La casa editrice ha avuto il merito intellettuale e storico di aver pubblicato gran parte della cultura strutturalista “non marxista” di quegli anni, mentre l’Einaudi e la Feltrinelli si occupavano dell’ambito storico della cultura hegeliana. Tutta la cultura strutturalista, l’antropologia, la fenomenologia, sono state portate in Italia da il Saggiatore, dato che il progetto di fondo di Alberto Mondadori era di fare divulgazione scientifica, in anticipo sui tempi. L’editore ha cercato negli anni di trovare un giusto equilibrio fra tradizione e innovazione, aprendosi alla narrativa e facendo anche una politica editoriale più aperta al consumo. Oggi il Saggiatore continua a pubblicare saggistica e narrativa con un profilo colto, illuminato, cosmopolita.

Marco Ventura
Il campione e il bandito. La vera storia di Costante Girardengo e Sante Pollastro
Il Saggiatore

Due uomini in fuga. Uno è Costante Girardengo, il suo viso è grigio come la strada coperta di fango. Ha il berretto, gli occhialoni, i tubolari a tracolla e gli scarpini incrostati di mota, ma la maglia bianca e la fascia tricolore sono inconfondibili, anche sotto la pioggia. Un giorno, prima di passare per la sua Novi, si alza sui pedali e stacca il gruppo per duecento chilometri: la fuga più lunga di sempre.

Franco Basaglia
Scritti 1953 – 1980
Il Saggiatore

Franco Basaglia è l’ispiratore della legge che ha rivoluzionato l’istituzione psichiatrica in Italia, trasformandola in un’avanguardia mondiale. Quel momento di travolgente emancipazione sociale fu il risultato della svolta impressa da un medico militante che è stato, al tempo stesso, uno dei maggiori intellettuali della propria epoca. I suoi Scritti – composti dal 1953 fino alla morte, nel 1980 – permettono di riscoprire le molte sfumature di un pensiero ancora oggi di stringente necessità, capace di far cadere i confini tra politica, scienza e filosofia.

Steve Erickson
Shadowbahn
Il Saggiatore

A vent’anni dal crollo, d’improvviso riappaiono le Torri Gemelle. Il primo a vederle è Aaron, l’autista di un camion rosso e oro, sul paraurti un adesivo: «Salvate l’America da se stessa». Aaron le scorge dietro una curva della Highway 44, mentre viaggia sulla striscia d’asfalto che taglia l’orizzonte desolato del South Dakota. È lì che le Torri riappaiono, identiche a prima: non a New York, nel cuore di Manhattan, ma a margine del luogo che più di ogni altro rappresenta l’anima randagia degli Stati Uniti. La strada.


Joyce Carol Oates

Il collezionista di bambole
Il Saggiatore

Ammazzate. In questi sei racconti neri di Joyce Carol Oates le bambole vengono barbaramente uccise: sono animate ma condannate a tornare mute e immobili, in fila nei loro lettini di paglia, gli occhi di marmo spalancati sull’orrore. Una bambina viene adescata con lusinghe carezzevoli dal padre dell’amichetta e data in pasto a un essere mostruoso. Una ragazza esplode sotto i colpi di una violenza ingovernabile nel silenzio composto e rarefatto di una dimora borghese. Un’ereditiera è stritolata in una morsa di paura da creature ancestrali affiorate dagli abissi di un paradiso equatoriale.

e/o

Ed ecco a voi l’editore e/o, quello che ha detto no ad amazon. Dal 1979 bellissime storie da est a ovest, da nord a sud, migrazioni di colori e di parole.
QUI la loro bellissima storia.

Alex Beer
Il secondo cavaliere
e/o

Ambientato in una Vienna in rovina all’indomani della Prima guerra mondiale, Il secondo cavaliere è un affascinante romanzo storico e un thriller irresistibile.

 

Caterina Emili
L’innocenza di Tommasina
e/o

Tommasina s’impicca. Perché? In quale parte profonda della sua anima si nascondeva tutta quell’infelicità? Oppure qualcuno l’ha obbligata a farlo?

 

Massimo Carlotto
Cristiani di Allah
e/o

Una storia di equilibri tra fede e libertà, amore e desiderio, di terra e mare, ambientata nella Algeri del XVI secolo.