Le incredibili storie di quando siamo stati maghi, viandanti, eroi.

Le incredibili storie di quando siamo stati maghi, viandanti, eroi.
Percorso di narrazione del Sé attraverso tecniche di scrittura creativa.

5 mattine di scrittura, una al mese, per sperimentare le tecniche narrative e riscrivere in chiave metaforica le nostre storie: narrare (gnarus) significa conoscere, conoscere nuovi aspetti e parti di noi.

Presentazione venerdì 24 gennaio alle 18, da Libre!

Impareremo a costruire una trama, e a trovarla nelle nostre storie; ad allargare le nostre visioni e focalizzarci su ciò che più ci interessa con l’uso dei punti di vista e dei diversi narratori; a stare nel presente e liberarci dalle etichette con lo show don’t tell. E poi: costruiremo i personaggi secondo i crismi letterari a partire da certe nostre caratteristiche personali: quali ci aiutano, quali ci intralciano? Quali risorse inattese mettiamo in gioco e von quale funzione narrativa?

Calendario: il percorso si terrà un sabato al mese, dalle 9.30 alle 13.30, da febbraio a giugno:
15 febbraio, 21 marzo, 18 aprile, 16 maggio, 13 giugno.
Altre info: marco.galatigarritto@gmail.com – 3287848343
Il percorso prevede anche una restituzione attiva dei testi prodotti e dei colloqui individuali.
In caso di impossibilità di partecipare a una parte degli incontri, i partecipanti saranno comunque aggiornati sui temi e sulle consegne e avranno una restituzione attiva dei lavori prodotti.
Costi: 220€ a persona; il numero massimo dei partecipanti è fissato a 15.
Pagamento: il termine per l’iscrizione è sabato 31 gennaio; il pagamento può essere effettuato sul conto
IT 09 F 05034 02200 000000002652 intestato a Marco Galati Garritto indicando come causale: “Narrazione del sé – Libre!” oppure presso Libre!

MARCO GALATI GARRITTO è laureato con lode in filosofia e diplomato al master di secondo livello in Italiano scritto all’Università di Pisa. Proseguendo gli studi accademici ha approfondito ed elaborato pratiche di scrittura atte a lavorare sul rapporto tra modi linguistici e visioni del sé e del mondo, vincendo un concorso per un dottorato in filosofia sul tema della metafora.
È stato docente a contratto in “Formazione all’italiano scritto” all’Università di Trieste e dal 2008 idea e conduce percorsi di narrazione in diverse forme; è curatore di tre pubblicazioni nate dai percorsi di ideati e che raccolgono gli scritti dei partecipanti: “La metafora di sé”, Asterios 2016 – percorso con i ragazzi di un liceo; “Storie che cambiano”, Asterios 2017 – percorso con la Società Italiana di Psicologia dell’Emergenza; “Gli spostamenti: mete inattese fuori e dentro di noi”, bora.la 2018, percorso sulla multiculturalità e il tema del viaggio, promosso dalla regione Fvg.
Dal 2019 collabora con Erica Costantini, psicologa e psicoterapeuta, elaborando percorsi in cui le tecniche di scrittura sono affiancate da tecniche di elaborazione psicologica creando uno spazio dove i partecipanti possano accogliere i propri vissuti ed elaborare modelli di narrazione con nuove visioni di sé con un possibile impatto positivo sui propri vissuti e sulla propria vita.